2013-04-10 18:24:00

MEGASERVICE: CISL PALERMO TRAPANI, “ DA TAVOLO TECNICO 15 APRILE ALLA REGIONE ARRIVINO RISPOSTE CONCRETE E IMMEDIATE”
.

Notizie

 “La disperazione dei lavoratori della Megaservice di Trapani ha raggiunto ormai l'apice. Serve un intervento immediato e concreto per evitare che qualcuno compia qualche gesto inconsulto, spinto dall'esasperazione”. Lo dichiarano Francesco Danese componente della segreteria Filca Cisl Palermo Trapani e Daniela Di Girolamo componente della segreteria Cisl Palermo Trapani.
I lavoratori della Megaservice Spa, società in liquidazione della Provincia Regionale di Trapani, da ieri sono sul tetto del Palazzo Riccio di Morana, in segno di protesta contro il mancato pagamento delle sette mensilità arretrate e l’assenza di prospettive occupazionali future. Uno di loro oggi, arrampicatosi sul cornicione, ha minacciato di gettarsi giù. I sindacalisti hanno incontrato stamattina il prefetto di Trapani, Marilisa Magno e hanno appreso da lei della convocazione per il prossimo 15 aprile, alle ore 16, del tavolo tecnico alla Presidenza della Regione siciliana.
“Attendiamo con ansia – dichiarano Danese e Di Girolamo – questo incontro istituzionale perché la situazione sta diventando esplosiva. E' necessario che ai lavoratori della Megaservice, senza stipendio né ammortizzatori sociali da sette mesi, venga estesa la cassa integrazione in deroga come fatto per gli operatori della Gesip, anch'essa società partecipata e che vengano attuati i contratti di solidarietà. Si deve dare una risposta seria a queste 70 persone ed alle loro famiglie, per ovviare temporaneamente al dramma economico che vivono e per fornire loro chiarimenti su quali saranno le prospettive future”. Sulla vertenza sono intervenuti il segretario generale della Cisl Palermo Trapani, Mimmo Milazzo ed il segretario generale della Filca Cisl Palermo Trapani, Antonino Cirivello. “Ci auguriamo – hanno dichiarato Milazzo e Cirivello – che il tavolo tecnico del 15 aprile sia risolutivo rispetto ad una situazione estremamente difficile e che rischia di precipitare da un momento all'altro”.