Un volumetto a più voci sui temi dell’economia e del dibattito sull’Unione europea. Una raccolta di firme autorevoli per mettere all’indice luoghi comuni e fake news a vocazione euroscettica. E per spiegare che, semmai, abbiamo bisogno di «un percorso per più e migliore Europa»

«Europa nonostante tutto». S’intitola così il volumetto sui temi dell’economia e del dibattito sull’Unione europea uscito in questi giorni per La Nave di Teseo (pag 152, €10). Una raccolta di firme autorevoli – Antonio Calabrò, Maurizio Ferrera, Piergaetano Marchetti, Alberto Martinelli, Antonio Padoa-Schioppa – che, come si legge nell’introduzione di Marchetti, professore emerito di diritto commerciale alla Bocconi e presidente della Fondazione Corriere della Sera, «non vuol essere un saggio sull’Europa e i suoi problemi». Semmai, «l’avvio del dialogo che ciascuno di noi quotidianamente può e forse deve condurre, se già non lo intrattiene, con amici, parenti, colleghi, semplici conoscenti fortemente critici sull’Europa, pronti a far propri slogan, luoghi comuni, giudizi sommari oggi di moda». Insomma, un invito a ragionare, a guardare con grande cautela alla troppo diffusa criminalizzazione dell’Europa. E a rendersi conto di quanta strada con l’Europa si è fatta anche nel nostro quotidiano modo di vivere. L’obiettivo, sottolinea il prof, «non può che essere, nell’interesse anzitutto del nostro paese, un percorso per più e migliore Europa». (ug)

Edizioni: La nave di Teseo
Collana:
 Le onde
Anno edizione: 2019
Pagine: 152
€10


Corriere.it: Basta con le fake news sull’euro
La vera sovranità è quella dell’Ue

Print Friendly, PDF & Email