ENERGIA, GAS NATURAL VENDE GLI ASSET: PROTESTA LA FEMCA CISL

La multinazionale spagnola ha annunciato il disimpegno indicando fra le ragioni, la mancata partenza delle gare d’ambito in ritardo di quasi 17 anni. La preoccupazione del sindacato per le ricadute occupazionali e per le inefficienze della burocrazia

Gas Natural, una delle più grandi aziende di distribuzione del gas in Sicilia e una delle maggiori a livello mondiale, ha annunciato il disimpegno e la vendita degli asset in Italia. La multinazionale spagnola lo ha ufficializzato nel corso di un incontro svoltosi al ministero dello Sviluppo economico, indicando fra le ragioni di questa scelta, la mancata partenza delle gare d’ambito in ritardo di quasi 17 anni.

continua a leggere

CALTANISSETTA SENZ’ACQUA, LINEA COMUNE SINDACATI-SINDACI

La nota di Cgil Cisl Uil nissene, che assieme alle municipalità puntano a ottenere risposte concrete. Nella maggioranza dei Comuni della provincia “l’acqua non è né potabile né bevibile, ogni nucleo familiare spende in media oltre 500 euro l’anno oltre la bolletta salata e si compra l’acqua anche per cucinare”

La nota di Cgil Cisl Uil nissene, che assieme alle municipalità puntano a ottenere risposte concrete. Nella maggioranza dei Comuni della provincia “l’acqua non è né potabile né bevibile, ogni nucleo familiare spende in media oltre 500 euro l’anno oltre la bolletta salata e si compra l’acqua anche per cucinare”

Cgil Cisl Uil esprimono soddisfazione per la partecipazione di tanti sindaci in rappresentanza della maggioranza della popolazione dei cittadini dei 22 Comuni.

continua a leggere

INCENDI, PREVENIRE I DANNI FACENDO A MAGGIO I VIALI PARAFUOCO

Per Cisl e Fai palermitane, a mancare sono stati l’attività di prevenzione e l’organizzazione delle campagne contro i roghi. Così ci si è ritrovati in piena emergenza, persino con mezzi privi di gasolio e senza revisione e assicurazione

“Non si può continuare a parlare solo di inefficienza di servizi antincendio, ciò che è mancata e continua a mancare ogni anno, è la corretta programmazione che è necessaria per preparare uomini e mezzi a questi gravi momenti di crisi quando gli incendi, come ogni anno, soffocano tutto il territorio palermitano e trapanese”.

continua a leggere

MESSINA, GENOVESE: PREVENZIONE CONTRO GLI INCENDI

Per il segretario dell’Unione territoriale, non solo la Regione anche i Comuni hanno obblighi: “dovrebbero adottare provvedimenti e predisporre adeguati piani di intervento”

“Non si può attendere sempre l’evento grave per rendersi conto di quanto sia importante l’attività di prevenzione”. Lo scrive in una nota Tonino Genovese, segretario generale della Cisl di Messina. “Stesso discorso vale per Messina che vive da giorni una situazione incredibile – commenta Genovese – ci sono obblighi e competenze che non ricadono solo sulla Regione, come tanti cercano di propinare a chi non conosce le regole, ma anche sui Comuni che dovrebbero adottare provvedimenti sul fronte della prevenzione e predisporre adeguati piani di intervento, scommettendo anche sulla tempestività degli interventi”.

continua a leggere

PORTI, FIT CISL: BUON LAVORO AL PRESIDENTE MONTI

Le congratulazioni del sindacato al nuovo vertice dell’Autorità di sistema portuale del Mar di Sicilia Occidentale. “La nomina getta le basi del rilancio dei porti di Palermo, Trapani, Termini Imerese e Porto Empedocle”

“Auguriamo buon lavoro a Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar di Sicilia Occidentale, con l’auspicio che adesso la portualità siciliana possa riprendere lo slancio di cui ha bisogno”. Ad affermarlo sono Amedeo Benigno segretario Fit Cisl Sicilia e Antonino Napoli, segretario Fit Cisl Portuali.

continua a leggere

TRAPANI, CISL A MESSINEO: “CONFRONTO PER RILANCIARE LA CITTÀ”

Le congratulazioni del sindacato al neocommissario della città, Messineo, al quale la Cisl chiede d’essere ascoltata sui temi del sociale e su porto, aeroporto, infrastrutture e reti di depurazione

“Auguriamo buon lavoro al commissario di Trapani, Francesco Messineo, siamo pronti a instaurare una collaborazione attiva che sia tutta indirizzata verso un confronto continuo e proficuo per il rilancio della città, che non può più attendere”. Ad affermarlo, intervenendo sulla nomina del commissario di Trapani Francesco Messineo da parte della Regione, è Mimmo Milazzo, reggente della Cisl Palermo Trapani.

continua a leggere

CEFPAS, CARACAUSI: EQUIPARARLO AGLI ENTI DEL SISTEMA REGIONALE

Per il segretario della Cisl Funzione pubblica, “bisogna superare quella che è una condizione ibrida, che prevede per il Cefpas la commistione di prerogative regionali e statali”. L’Ars archivi per sempre questo paradosso

“L’Assemblea regionale si decida ad archiviare per sempre un paradosso ed equipari il Cefpas agli enti del Sistema sanitario regionale”. Lo dichiara il segretario generale regionale della Cisl Funzione pubblica, Gigi Caracausi, in merito alla proposta, presente nel cosiddetto Collegato alla Finanziaria, relativa al Centro di formazione siciliano per la sanità.

continua a leggere

PALERMO, PROTESTANO I LAVORATORI DELL’ANELLO FERROVIARIO

Lo stato d’agitazione, proclamato da Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil contro lo stallo della vicenda Tecnis. E per i ritardi nell’erogazione dei salari. Per i sindacati è “inaccettabile che le maestranze attendano tanti stipendi inclusi quelli di gennaio e febbraio 2016”

I lavoratori dell’anello ferroviario di Palermo sono da oggi in stato di agitazione per manifestare contro lo stallo della vicenda Tecnis. Lo rendono noto Ignazio Baudo (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil), che spiegano i motivi della protesta: “Le maestranze hanno mostrato grande senso di responsabilità continuando a lavorare nonostante avanzino diversi stipendi, inclusi quelli di gennaio e febbraio 2016”.

continua a leggere

NORD-SUD COME LA SALERNO-REGGIO CALABRIA

La denuncia dei sindacati edili del centro Sicilia, per i quali sono a rischio 94 posti di lavoro e centinaia di milioni di euro di investimento

Un’altra Salerno-Reggio Calabria made in Sicily, 94 posti di lavoro in fumo e centinaia di milioni di euro al macero. Sarà questo lo scenario spettrale se l’Anas non ratificherà in tempi certi e imminenti la perizia di variante relativa ai lavori di ammodernamento e sistemazione della Nord-Sud, Santo Stefano di Camastra–Gela, nel tratto compreso dal chilometro 32 al chilometro 38.

continua a leggere