Categoria: Aree tematiche

POVERTÀ, I DIECI «NODI CRUCIALI» DA SCIOGLIERE SECONDO L’ALLEANZA

Dalla connessione internet al 20% di siciliani che non ha pc in casa ai Centri comunali contro l’emergenza, dal piano regionale di contrasto alla cabina di regia per prevenire il malessere sociale. I dieci punti per un nuovo welfare inviati al governo regionale dal ragguppamento di venti soggetti di Terzo Settore, Anci e Cgil Cisl …

23 MAGGIO, CISL: GIORNO DI TRISTEZZA E ASSIEME DI LOTTA

Le parole del segretario Cappuccio alla vigilia della ventottesima ricorrenza della strage di Capaci “Il 23 maggio per noi è un giorno di tristezza. Ma anche di lotta. Di tristezza perché si rinnova la memoria di chi ventott’anni fa perse la vita per mano dei boss. Di lotta, perché è occasione per riconfermare la volontà …

SETTANT’ANNI DELLA CISL, LA LETTERA DI ANNAMARIA FURLAN AGLI ISCRITTI E AI DELEGATI DELLA CISL

Oggi celebriamo questo nostro Anniversario in un momento grave e difficile, alla vigilia di un Primo Maggio che, nonostante l’assenza di cortei e manifestazioni di piazza, sarà un segnale di forte unità, di solidarietà e di speranza per tutto il mondo del lavoro.

NASCE SPAZIO AMICO, SPORTELLO ON LINE DI ASCOLTO E ORIENTAMENTO

A lanciarlo la Cisl, con le associazioni Anolf e Anteas. Sarà accessibile chiamando il numero verde 800065501. Si rivolgerà ai cosiddetti “invisibili: famiglie fragili, anziani, immigrati, non autosufficienti, nuovi poveri, minori”. Si potrà telefonare per problemi di salute, sicurezza. Per sospendere mutui o affitti. Per disagi da digital divide. Se si ha bisogno di assistenza contrattuale, sostegno alimentare o farmaceutico. O anche solo per solitudine

GIUDIZIO SOSPESO SUI TEMI DEL LAVORO, DEL WELFARE, DELLO SVILUPPO

Così il leader Cisl Cappuccio a conclusione dell’incontro on line tra sindacati e Regione su bilancio e finanziaria. “Ci sono più di 1,3 mld di risorse Ue da riprogrammare per il dopo Covid. Vanno spesi presto e bene, per famiglie, sanità, sostegno alla crescita”. Poste le questioni dell’aiuto al reddito, dei non-autosufficienti, della medicina del territorio

CORONAVIRUS, CGIL, CISL E UIL AL GOVERNO MUSUMECI: “SU FASE 2, SU MANOVRA FINANZIARIA E SU FONDI EUROPEI, FISSI UN IMMEDIATO CONFRONTO CON LE PARTI SOCIALI”

In Sicilia si potrà ripartire solo in condizioni di massima sicurezza per lavoratori e cittadini, nel pieno rispetto dei protocolli sottoscritti a livello nazionale e regionale. E per l’avvio della fase 2 il governo siciliano dovrà confrontarsi con le parti sociali che rappresentano centinaia di migliaia di siciliani.

“FASE DUE SOLO SE LA SALUTE DEI LAVORATORI È GARANTITA”

Per la Cisl Sicilia che ha riunito on line il vertice regionale, nella manovra finanziaria in discussione vanno inserite risorse addizionali per chi è privo di ammortizzatori. E a tutti va data la possibilità di accedere al lavoro on line. Al Governo Musumeci chiesto il confronto su cantieri, infrastrutture, fondi Ue, ambiente e turismo. E una cabina di regia sulle politiche per la sanità

COVID19: CGIL, CISL, UIL, SPI, FNP, UILP, VADEMECUM PER SICUREZZA IN RSA E CASE DI RIPOSO È RISULTATO DELL’INIZIATIVA SINDACALE

“La Regione siciliana ha fatto bene ad assumere la nostra proposta, varando il vademecum sulla prevenzione anti-covid19 nella case di riposo e delle Rsa della Sicilia”: lo scrivono in una nota congiunta i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Spi, Fnp, Uilp

TEST PERIODICI, DISPOSITIVI DI SICUREZZA, ASSUNZIONI STRAORDINARIE

Sono proposte dei sindacati alla Regione, avanzate on line in occasione dell’insediamento del comitato sull’emergenza da Covid-19, la salute e i servizi sociosanitari. Disponibilità dell’assessore Razza, che informa che da lunedì dovrebbero andare in distribuzione le mascherine targate Meccatronica

POVERTÀ, CONTRO IL DISAGIO SERVE UNA CABINA REGIONALE DI REGIA

A chiederla al governo Musumeci, l’Alleanza, una ventina tra associazioni, sindacati e l’Anci. Per la portavoce Laplaca, nell’Isola che già prima del coronavirus contava 700 mila famiglie in condizioni precarie, sempre più visibilmente l’emergenza sanitaria si trasforma in dramma. Vanno messi in campo “interventi straordinari e provvedimenti mirati” per una revisione del welfare che guardi …