Categoria: Energia, Comunicazione, Reti

SCIOPERANO I 1500 LAVORATORI SICILIANI DI E-DISTRIBUZIONE

La protesta domani, nelle prime quattro ore della giornata di lavoro. A proclamarla Filctem Cgil Flaei Cisl e Uiltec Uil nazionali, che denunciano la quantità eccessiva di ore di straordinario, i turni di reperibilità estenuanti e gli organici ridotti all’osso. I sindacati chiedono “una sostanziosa politica di investimenti e l’assunzione in Sicilia di centinaia di giovani”

NUOVO STOP PER ALMAVIVA, VERSO I LICENZIAMENTI DA SETTEMBRE

Si è concluso con un nulla di fatto stamattina, nella sede di Sicindustria a Palermo, l’incontro azienda-sindacati sul tema degli ammortizzatori sociali. A renderlo noto le associazioni sindacali per le quali l’assenza di prospettive e l’insostenibilità delle condizioni poste, «impediscono di raggiungere qualunque intesa»

POSTE A RISCHIO COLLASSO, CISL: TROPPI ESODI, TAGLI, CONTRASTI

L’allarme del sindacato perché «il sistema è sul punto di esplodere». Meno del 10% di chi lascia il lavoro viene sostituito. I carichi sono sempre più estenuanti e si arriva anche a dodici ore al giorno. I trasferimenti dal nord sono esigui. E «per il Decreto dignità, i giovani precari non possono superare i 12 mesi di lavoro. Così, Poste Italiane li spreme per un po’ e li rispedisce a casa come fossero pacchi»