Categoria: Salute, Sicurezza

TEST PERIODICI, DISPOSITIVI DI SICUREZZA, ASSUNZIONI STRAORDINARIE

Sono proposte dei sindacati alla Regione, avanzate on line in occasione dell’insediamento del comitato sull’emergenza da Covid-19, la salute e i servizi sociosanitari. Disponibilità dell’assessore Razza, che informa che da lunedì dovrebbero andare in distribuzione le mascherine targate Meccatronica

SANITÀ ALLO STREMO, SERVE UN TAVOLO D’EMERGENZA ON LINE

A chiederlo alla Regione la Cisl “perché la drammatica epidemia da Covid-19 si potrà affrontare solo con la collaborazione di tutti”. Cappuccio e Montera: prendiamo atto dell’allarme lanciato da Musumeci, abbiamo il dovere di proteggere con sistemi di sicurezza adeguati chi è in prima linea

CGIL, CISL E UIL SCRIVONO AL GOVERNO REGIONALE: “TROPPI RISCHI PER IL PERSONALE SANITARIO, SUBITO UN TAVOLO DI MONITORAGGIO IN ASSESSORATO”

Cgil, Cisl e Uil, con le federazioni della Funzione pubblica, hanno chiesto al Governo regionale guidato dal presidente Nello Musumeci di istituire tempestivamente presso l’Assessorato regionale alla Salute un tavolo di monitoraggio per l’emergenza da CoViD-19

INFORTUNI SUL LAVORO, «SERVE UNA CABINA REGIONALE DI REGIA»

A proporla Cisl e Filca siciliane, che al Governo della Regione chiedono di coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori nell’ambito del Piano nazionale della prevenzione in edilizia. Per il sindacato, c’è bisogno di azioni di controllo, assistenza, informazione e formazione. E di una sede di cui facciano parte Regione, Inail, professionisti e parti sociali

VIA D’AMELIO: PAROLE COME PIETRE, DI FIAMMETTA BORSELLINO

La figlia del giudice morto nell’esplosione di ventisette anni fa, torna a chiedere che si faccia luce sulla strage: «una richiesta che non riguarda solo la nostra famiglia ma tutto il popolo italiano». Raccogliamo il suo appello ricordando le parole del padre: «Parlate di mafia. Alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene». Il «forte impegno civile da parte di tutti», per sconfiggere i boss

CARCERI, «METTERE MANO A SOVRAFFOLLAMENTO E RIORGANIZZAZIONE»

Un documento della Fns Cisl Sicilia all’indomani della fuga di un detenuto dalla Casa circondariale di Trapani, riporta in primo piano il tema dell’emergenza carceraria. Nell’Isola sono ristrette 6600 persone delle 60 mila recluse in Italia: 250 in più del massimo dei posti. Il 65% sono condannati definitivi. Per il sindacato, va sciolto il nodo della sovrappopolazione carceraria, della carenza di personale e dei fondi necessari per investimenti e innovazione. Ecco la nota

FARE MEMORIA DELLA STRAGE PER EDUCARE ALLA LEGALITÀ

Cisl Sicilia su Twitter nell’anniversario dell’attentatuni: «ricordare quella stagione per creare una coscienza della quotidianità antimafiosa» «27 anni fa la #strage di #Capaci. 57 giorni dopo quella di #viaDAmelio. Ma ricordare quella stagione non può essere mero esercizio di memoria. Deve essere educazione alla legalità per creare una coscienza della quotidianità antimafiosa». Così la Cisl …

CARCERI, AGGRESSIONI AI POLIZIOTTI NEI GIORNI DI PASQUA

Per la Fns Cisl, in Sicilia «siamo in piena emergenza penitenziaria». Dei sessantamila detenuti nelle carceri di tutta Italia, nell’Isola ne sono reclusi 6600, 250 in più del massimo tollerabile. Per di più, il ministero di Grazia e Giustizia non colma i vuoti delle dotazioni organiche. A mancare all’appello nella regione, 480 posti. Violenze negli istituti di Enna e Agrigento