EUROPA, DIRITTI DEI MIGRANTI, CITTADINANZA AI MINORI

La leader Cisl Furlan ad Avvenire, su politica di accoglienza, tutela della vita, ripartizione dei profughi. Sulla miopia delle logiche rigoriste, populiste e xenofobe. E sull’urgenza di recuperare il sogno europeo centrato sull’idea di integrazione e inclusione. C’è bisogno di una grande alleanza istituzioni-forze sociali e va riconosciuta la cittadinanza ai bimbi nati in Italia da genitori stranieri, che qui vivono e vanno a scuola

La Giornata internazionale per i diritti dei migranti “è l’occasione per riflettere sul dramma di migliaia di persone, uomini, donne e bambini che cercano un riscatto sociale e una speranza di vita migliore, lontano dalla guerra, dalle persecuzioni, dalla fame”… clicca per continuare la lettura

Per Mohamed Saady, presidente dell’Anolf nazionale, l’esodo di migliaia di persone è “un processo inarrestabile che, se governato, può essere fonte di sviluppo, crescita, benessere”. L’Italia, un Paese segnato dall’emigrazione, “ha oggi l’occasione di riscattarsi e cambiare la sorte di chi arriva e la sceglie come propria terra”.