EUROPA, FURLAN: ESERCITARE RUOLO DI STIMOLO E CAMBIAMENTO

Così la leader Cisl per la quale l’Europa è la grande sfida e la grande opportunità del Paese. Ma l’Italia deve orientare la politica Ue in modo più favorevole all’accoglienza, all’integrazione, alla sicurezza. Soprattutto, alla crescita e alla lotta alle diseguaglianze

“Occorre esercitare un ruolo di stimolo e di cambiamento dell’Europa, rimettendo al centro il lavoro, gli investimenti pubblici in infrastrutture, ricerca, innovazione, formazione, sottraendoli ai vincoli del fiscal compact che hanno prodotto solo maggiore disoccupazione e diseguaglianze sociali”. A dirlo, la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, che oggi era presente alla Conferenza internazionale degli ambasciatori, in corso al ministero degli Esteri. Per Furlan, “l’Europa è la grande sfida e la grande opportunità del nostro Paese. E il Governo Gentiloni fa bene a considerarla una priorità della propria azione politica e diplomatica, per una maggiore crescita economica e sociale”. “Il ruolo dell’Italia – ha detto Furlan – è oggi centrale per orientare la politica europea in modo più favorevole all’accoglienza dei profughi, all’integrazione e alla sicurezza comune. Ma è soprattutto sulla crescita e sulla lotta alle diseguaglianze sociali, frutto anche di una globalizzazione e di una finanza ingorda e senza regole, che il nostro Paese deve far sentire ancora di più la propria voce autorevole.