#INPIAZZAPERILLAVORO: LETTERA APERTA DI FURLAN AL POPOLO CISL

«Mobilitiamoci per cambiare le scelte del Governo». Così la leader nazionale del sindacato di via Po, in una missiva indirizzata agli iscritti. «Vogliamo difendere gli interessi generali dell’Italia e delle persone che rappresentiamo, a partire dai più deboli e bisognosi»

«Il 9 febbraio sarà una data importante per la Cisl e per tutto il movimento sindacale italiano. Abbiamo deciso di organizzare una giornata di mobilitazione nazionale e un momento di rinnovata unità del mondo del lavoro, con la quale, assieme a Cgil e Uil, faremo sentire a Roma la voce di tredici milioni di iscritti ai sindacati confederali: lavoratori, pensionati, giovani, donne, immigrati che sono il cuore pulsante del nostro Paese». Si apre così la lettera aperta della leader nazionale Cisl, Annamaria Furlan, agli iscritti al sindacato. Missiva indirizzata al popolo cislino in vista della manifestazione nazionale di sabato 9. Alle 9,30 in piazza Esedra, l’appuntamento. È da lì che partirà il corteo che terminerà in piazza del Popolo, dove parleranno i segretari generali delle tre confederazioni.
«Non scendiamo in piazza – scrive Furlan – per motivazioni politiche ma esclusivamente sindacali: per cambiare le scelte del
Governo e sollecitare un confronto vero, per difendere gli interessi generali dell’Italia e delle persone che rappresentiamo, a partire dai più deboli e bisognosi… clicca per visualizzare la lettura

 

Print Friendly, PDF & Email