ISTRUZIONE, AUTONOMIA DIFFERENZIATA: A PA L’EX MINISTRO BERLINGUER

L’incontro, in programma venerdì 12, si terrà nell’istituto Damiani Almeyda Crispi. Vi parteciperanno esponenti del governo siciliano e vertici nazionali e regionali dei sindacati, per i quali «le richieste avanzate da diverse regioni del Centro-Nord rischiano di mandare definitivamente in frantumi il già precario diritto all’istruzione che deve essere invece garantito a tutti». Così, si allargherebbe ulteriormente il gap tra Nord e Sud

Diritto all’istruzione e autonomia differenziata: disuguaglianze obbligatorie. È il tema dell’incontro che si terrà a Palermo venerdì 12 aprile alle 10,30 presso IIS Damiani Almeyda Crispi di Palermo (Largo Mineo 4). Vi parteciperà l’ex ministro dell’Istruzione, Luigi Berlinguer. L’iniziativa è organizzata dalle segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola.
All’iniziativa parteciperanno anche il vicepresidente della Regione Sicilia e assessore all’Economia, Gaetano Armao, l’assessore regionale all’Istruzione e formazione, Roberto Lagalla, i segretari nazionali e regionali di Flc Cgil, Francesco Sinopoli e Graziamaria Pistorino; della Cisl Scuola, Lena Gissi e Francesca Bellia e della Uil Scuola, Pino Turi e Claudio Parasporo.
«Le richieste di autonomia differenziata avanzate da diverse regioni del Centro-Nord Italia, già al vaglio del Parlamento – dichiarano Pistorino, Bellia e Parasporo – rischiano di mandare definitivamente in frantumi il già precario diritto all’istruzione che deve essere invece garantito a tutti i cittadini italiani. Se il Parlamento le dovesse accogliere le Regioni più ricche avrebbero più risorse mentre quelle più povere ancora meno di quanto attualmente disponibile. In questo modo si allargherebbe ulteriormente il gap tra Nord e Sud. Uno scenario inaccettabile che bisogna scongiurare in tutti i modi possibili».

Print Friendly, PDF & Email