REGIONALI, SINDACATI: I SOLITI ANNUNCI SUL CONTRATTO

Le federazioni della Funzione pubblica di Cgil Cisl e Uil polemizzano col governo della Regione. Perché Crocetta non ha dato il via al rinnovo? “Finora abbiamo visto tanto fumo e poco, pochissimo arrosto”

“A questo punto ci chiediamo come mai il governo non sia intervenuto prima”. Con queste parole, i segretari delle federazioni della Funzione pubblica di Cgil~(Crocè), Cisl (Montera e Lercara), Uil (Tango e Crimi), commentano le ultime dichiarazioni dell’assessore regionale all’Economia, Alessandro Baccei. Nel corso di una conferenza stampa, è stato spiegato che in bilancio sono stati appostati altri 18 milioni di euro in aggiunta ai 10 milioni stanziati quest’anno, per avviare la contrattazione per i rinnovi contrattuali. “Come mai – chiedono i dirigenti sindacali – il governo Crocetta non l’ha fatto prima? Il sospetto è che ci troviamo di fronte all’ennesimo annuncio, simile ai tanti che abbiamo registrato in questi anni. Noi – affermano – di fronte all’ipotesi di lavorare seriamente e attraverso un congruo stanziamento di somme ai rinnovi, siamo disponibili. Ma finora abbiamo visto tanto fumo e poco, pochissimo arrosto”.