REGIONE: “DISATTESI GLI IMPEGNI DEL PROTOCOLLO SUL WELFARE”

A puntare l’indice contro l’assessore della Famiglia e delle politiche sociali, Ippolito, Cgil Cisl Uil e le rispettive sigle regionali dei pensionati. In una lettera alla titolare dell’assessorato, i sindacati esprimono “delusione e contrarietà” per il silenzio e l’assenza di confronto. E per aver disatteso gli impegni assunti con le organizzazioni dei lavoratori e l’Anci

“Cgil Cisl Uil Sicilia e le rispettive sigle regionali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, esprimono delusione e contrarietà per il silenzio e l’assenza di confronto manifestati dall’assessore Mariella Ippolito”. È quanto si legge in una lettera che le organizzazioni sindacali hanno trasmesso alla titolare dell’assessorato della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro della giunta Musumeci. I sindacati chiedono da tempo di “essere convocati con urgenza per attivare un dialogo sui temi del welfare e delle politiche sociali, in considerazione della situazione esplosiva che caratterizza gravemente, in tal senso, la Sicilia”. Nello specifico, si tratta della terza richiesta di convocazione avanzata dalle organizzazioni sindacali, che “puntano il dito contro l’assessore anche per avere disatteso gli impegni specifici contenuti nel protocollo d’intesa che le sigle dei lavoratori e dei pensionati hanno sottoscritto con lo stesso assessorato e l’Anci Sicilia”.

Print Friendly, PDF & Email