“SERVE UN GOVERNO CHE METTA IL LAVORO AL CENTRO DELL’AGENDA UE”

Così Furlan per la quale l’esigenza di un Esecutivo autorevole deve coniugarsi col rispetto delle istituzioni, della Costituzione e delle prerogative del presidente della Repubblica. “Noi riteniamo che Mattarella abbia svolto il suo ruolo pensando agli italiani e al futuro del Paese”

“Stiamo vivendo un momento davvero delicato e difficile per la storia del nostro paese. Mai come oggi abbiamo bisogno di un Governo che guardi al tema del lavoro, allo sviluppo, alla crescita. Un Governo che metta al centro della propria agenda, ma anche al centro dell’agenda europea, il tema della dignità del lavoro, della sua sicurezza e delle prospettive di sviluppo”. Lo ha detto oggi pomeriggio a Riccione la segreteria generale della Cisl, Annamaria Furlan, a margine dell’assemblea nazionale dell’Anteas, l’associazione cislina di volontariato e promozione sociale. “L’esigenza di dare un Governo autorevole al Paese si può e si deve realizzare rispettando le istituzioni, la nostra Carta costituzionale e le prerogative che essa affida alla figura del presidente della Repubblica. Ecco perché noi riteniamo che il presidente Mattarella abbia svolto il suo ruolo pensando agli italiani e al futuro del Paese. Come organizzazione sindacale, in modo particolare come Cisl, siamo stati e resteremo sostenitori della nostra Carta costituzionale, della democrazia e della partecipazione”.

Print Friendly, PDF & Email