LAVORO: IL GOVERNO CAMBI PASSO NELLA POLITICA ECONOMICA

Il segretario aggiunto Cisl, Sbarra: servono interventi capaci di contrastare il rallentamento dell’occupazione e di aggredirne i punti di sofferenza. L’Esecutivo dia “priorità a un piano più vasto di inserimento lavorativo dei giovani, di politiche attive e di investimenti, unica vera condizione per rilanciare nei fatti l’occupazione”

“I dati Istat di oggi che completano il quadro sul mercato del lavoro italiano nel 2018 svelano due tendenze a nostro avviso molto preoccupanti, il calo degli occupati nell’ultima parte dell’anno dopo diversi trimestri di crescita e il fatto che le politiche sul lavoro non intaccano il grave fenomeno della disoccupazione giovanile e meridionale”.

continua a leggere

SCUOLA, DOMATTINA SIT-IN PER L’AMPLIAMENTO DEGLI ORGANICI IN SICILIA

Si terrà a Palermo davanti all’Ufficio scolastico regionale, nell’ambito della mobilitazione nazionale #ioLavoroaScuola. Obiettivo: aumentare corsi e tempo scolastico, consolidare i posti di lavoro

Ampliare gli organici per migliorare la qualità della scuola in Sicilia. È l’obiettivo del sit-in organizzato da Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola della Sicilia, nell’ambito della mobilitazione nazionale unitaria #ioLavoroaScuola. Il presidio, è in programma per domani 12 marzo presso la sede dell’Ufficio scolastico regionale, in via Fattori 60 a Palermo, dalle 10 alle 13.

continua a leggere

8 MARZO, IL NOSTRO MODO DI DIRE «AUGURI» A OGNI DONNA

Femminicidi, gender gap, ostacoli economici, sociali e culturali. Sono tante le ragioni per cui la Giornata internazionale della donna, più che giorno di festa, è occasione di mobilitazione, denuncia. Riflessione. Tanto più in Sicilia che registra il primato negativo in Europa per occupazione femminile. La Cisl: alle donne un anno di contribuzione in più per ogni figlio

Femminicidi, maltrattamenti, violenza, ricatti sessuali. E il gender gap e l’infinità di ostacoli economici, sociali e culturali che impediscono che il quotidiano sia l’ambito naturale della reale parità tra gli uomini e le donne. Sono tante le ragioni per cui l’8 marzo, Giornata internazionale della donna, più che giorno di festa, per la Cisl sia momento di mobilitazione, denuncia.

continua a leggere

REGIONI, L’AUTONOMIA NON PUÒ ESSERE UN BOOMERANG PER TUTTI

In Sicilia non ha funzionato. Ma il punto non è il diritto all’autogoverno delle comunità. Semmai, è che la differenziazione tra Regioni non può ipotecare il sistema dei diritti. Né innescare un rischio-disintegrazione per il tessuto unitario del Paese. L’appello della Cisl Sicilia al governo regionale e all’Ars nel giorno del dibattito sul tema a Palazzo dei Normanni

«L’autonomia è una gran bella cosa, se funziona. In Sicilia purtroppo non ha funzionato. Ma è una gran bella cosa se inserita, concretamente oltre che in termini formali, in un contesto di unità, solidarietà e coesione nazionale. Sennò rischia di essere un boomerang per tutti».

continua a leggere

SABATO 9 IN PIAZZA A ROMA PER CAMBIARE LE SCELTE DEL GOVERNO

Da piazza della Repubblica a piazza San Giovanni, dove si terranno i comizi di chiusura. Così la manifestazione nazionale di Cgil Cisl e Uil sull’hashtag #FuturoalLavoro. Obiettivo: «portare l’Esecutivo a mutare linea su infrastrutture, opere pubbliche, rivalutazione delle pensioni, fisco, pubblica amministrazione, federalismo, politiche per lo sviluppo». Oltre mille nella Capitale, dalle sedi siciliane Cisl

Partirà da piazza della Repubblica a Roma, sabato 9 febbraio alle 9, il corteo che Cgil Cisl e Uil organizzano sull’hashtag #FuturoalLavoro, per «cambiare la linea del Governo sui temi delle infrastrutture, delle opere pubbliche, della rivalutazione delle pensioni, del fisco, della pubblica amministrazione, del federalismo, delle politiche per lo sviluppo».

continua a leggere

FURLAN, IL 9 FEBBRAIO IN PIAZZA PER SCUOTERE IL GOVERNO

Così la leader nazionale Cisl a proposito della giornata di mobilitazione nazionale indetta dai confederali. Obiettivo di Cgil Cisl Uil è “cambiare la linea dell’esecutivo sui temi importanti delle infrastrutture, delle opere pubbliche, della rivalutazione delle pensioni, del fisco, dei contratti del pubblico impiego, delle politiche per lo sviluppo”

“Abbiamo il dovere di ascoltare il grido di sofferenza del nostro mondo. Lavoratori e pensionati ci hanno chiesto di chiarire al governo la nostra posizione. E di farlo con la massima forza e determinazione”. È quanto sottolinea la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla giornata di mobilitazione indetta da Cgil Cisl Uil per il 9 febbraio.

continua a leggere

MANOVRA, CONFRONTO COL SINDACATO O È MOBILITAZIONE

Così Furlan, concludendo a Milano gli attivi unitari di Cgil Cisl Uil. Il premier ha promesso d’incontrarci. Ma se il tavolo non dovesse esserci “crediamo arrivato il momento di una grande iniziativa nazionale”. Il tema è la crescita: “ci sono 130 mld di euro pronti e da spendere per grandi e medie opere pubbliche”. Sul fisco, quasi il 90% dell’erario grava sulle spalle di lavoratori e pensionati

“Abbiamo incontrato nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Conte che ci ha promesso l’apertura di un confronto con il sindacato sui temi della crescita, del fisco, delle pensioni e della riforma della pubblica amministrazione. Abbiamo mandato anche un piccolo promemoria al premier.

continua a leggere

MIGRANTI: ILLUSORIO ALZARE MURI, ERRORE IL NO AL GLOBAL COMPACT

Così Cgil Cisl e Uil in occasione della Giornata internazionale. Per i confederali, non si governa un fenomeno per natura globale impedendo la libera circolazione delle persone. Né è lungimirante il ricorso a provvedimenti sbagliati come nel caso del Decreto sicurezza. “Chiediamo che si realizzi la coesione sociale attraverso la programmazione di flussi regolari d’ingresso”

“Quest’anno la Giornata internazionale dei migranti coincide con i settant’anni della Dichiarazione universale dei diritti umani dell’Onu. I principi enunciati di uguaglianza, libertà, dignità di tutti gli individui, il diritto al lavoro, all’istruzione indipendentemente da razza, colore, religione, sesso, lingua e opinione politica, contenuti in essa, costituiscono valori fondanti per la costruzione di un percorso civile di convivenza sociale tra diverse culture, in linea anche con i principi contenuti nella Convenzione internazionale sulla protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie del 1990, purtroppo mai ratificata da uno Stato membro della Ue”.

continua a leggere

CISL A MUSUMECI: APRA AL CONFRONTO LE PORTE DEL PALAZZO

Così il sindacato al governatore, a proposito del report sulle politiche dell’esecutivo. Il percorso tracciato dal presidente della Regione, se portato a compimento, produrrà effetti positivi. Ma serve sedersi assieme a un tavolo e convenire su tempi, modalità, interventi, risorse. “Il diaologo sia un po’ meno episodico, un po’ più sistematico”

“Le slide illustrate stamani a categorie produttive e stampa dal presidente della Regione Nello Musumeci, tracciano un percorso che, se portato a compimento, non mancherà di produrre effetti positivi, utili alla Sicilia. Non esitiamo a riconoscerlo per onestà. Così come non esitiamo a rimarcare che in quel percorso non mancano criticità, ritardi, strozzature.

continua a leggere

SEI PROPOSTE CISL PER RILANCIARE LA REGIONE

Dalla spesa pubblica alla semplificazione burocratica e amministrativa alle Zes agli appalti al ponte sullo Stretto. All’insularità. Ecco il pacchetto delle proposte sindacali al governo Musumeci. Il via agli Sportelli territoriali del lavoro. E il forum sulle infrastrutture. Così Busetta, gli assessori Armao e Falcone, Albanese (Sicindustria). E i leader Cisl regionale e nazionale, Milazzo e Sbarra

Un nucleo di monitoraggio, coordinamento e controllo che acceleri la spesa, presso la presidenza della Regione. Un’agenzia regionale per la progettazione esecutiva, che colmi il gap che grava sugli uffici tecnici di enti locali e Regione. Un ddl di semplificazione burocratica e amministrativa.

continua a leggere