ABBIATE A CUORE LA COSA PUBBLICA E IL FUTURO DEI NOSTRI GIOVANI

Così i vescovi siciliani a conclusione della sessione invernale di lavori, della Cesi. Alcuni passaggi del testo adottato

L’appello a partecipare al voto del 4 marzo. L’urlo di Giovanni Paolo II contro la mafia, del 9 maggio di venticinque anni fa. La solidarietà a Biagio Conte e a chi versa in difficoltà. Gli stipendi d’oro dell’Ars. La beatificazione di don Sturzo.

continua a leggere

EUROPA, DIRITTI DEI MIGRANTI, CITTADINANZA AI MINORI

La leader Cisl Furlan ad Avvenire, su politica di accoglienza, tutela della vita, ripartizione dei profughi. Sulla miopia delle logiche rigoriste, populiste e xenofobe. E sull’urgenza di recuperare il sogno europeo centrato sull’idea di integrazione e inclusione. C’è bisogno di una grande alleanza istituzioni-forze sociali e va riconosciuta la cittadinanza ai bimbi nati in Italia da genitori stranieri, che qui vivono e vanno a scuola

La Giornata internazionale per i diritti dei migranti “è l’occasione per riflettere sul dramma di migliaia di persone, uomini, donne e bambini che cercano un riscatto sociale e una speranza di vita migliore, lontano dalla guerra, dalle persecuzioni, dalla fame”… clicca per continuare la lettura

Per Mohamed Saady, presidente dell’Anolf nazionale, l’esodo di migliaia di persone è “un processo inarrestabile che, se governato, può essere fonte di sviluppo, crescita, benessere”.

continua a leggere

“SICILIA AL CAPOLINEA”. E LA FURLAN LANCIA #PASSODOPOPASSO

Rifiuti, precari, enti di area vasta e spesa regionale. Sono cinque le emergenze che la Cisl segna in rosso nell’agenda del governo Musumeci. Sul fronte nazionale, il pacchetto pensioni di cui si discute in parlamento, “riflette l’intesa col governo. E grazie a un anno e mezzo di difficile confronto, supera tante rigidità della Fornero”. Così Milazzo, Furlan e l’assemblea dei 500 quadri Cisl

Rifiuti, precari, enti di area vasta e spesa regionale. “Cinque punti cinque per dar corpo alla svolta che la Sicilia attende”. Sul fronte nazionale, l’appello al parlamento “affinché dia definitivo corso al pacchetto previdenza, frutto di oltre un anno e mezzo di confronto tra governo e sindacati e che supera tante rigidità della Fornero”.

continua a leggere

PARTECIPATE: SCADENZE-MANNAIA, RISCHIO ESUBERI, STOP PRECARI

È l’impatto del decreto che ridisegna lo scenario delle società nel portafoglio degli enti. Il provvedimento, adottato nell’ambito della riforma Madia, è passato finora sotto silenzio. Ma tra una settimana dovrà essere pronta la “revisione degli organici”. In un contesto in cui il 40% delle società risulta inattivo o in rosso. Così, s’allontana la stabilizzazione dei precari. E il rischio s’allunga su 4500 addetti. L’allarme della Cisl

Scadrà tra una settimana, giovedì 30, il termine entro il quale le società partecipate da pubbliche amministrazioni, in Sicilia come altrove, dovranno aver completato la revisione degli organici per rilevare gli eventuali esuberi di personale. Il report con la disamina dovrà essere inviato alla Corte dei conti per un verso, agli uffici competenti della Regione, per un altro.

continua a leggere

PENSIONI: RISULTATI IMPORTANTI, CHI SI OPPONE RISCHIA L’IRRILEVANZA

Così la leader Cisl Furlan in un’intervista al Messaggero. Dire no all’intesa col governo è un errore perché di fatto equivale ad aspettare la prossima legge di Bilancio. Quindi non sei mesi ma un altro anno. E sulla rottura dell’unità sindacale, “dispiace ma l’obiettivo di un negoziato è portare a casa benefici per i lavoratori”. Ecco quali e perché, centrati #PassoDopoPasso

“Noi abbiamo fatto il sindacato al 100 per cento, dire no a un risultato importante vuol dire non fare il sindacato e rischiare l’irrilevanza”. Annamaria Furlan, segretaria generale Cisl, difende con forza l’intesa raggiunta con il governo dalla sua organizzazione (e dalla Uil) sul pacchetto previdenza che sarà inserito nella legge di Bilancio….

continua a leggere

PATRONATI, VALORIZZARLI PER TRASPARENZA E PROFESSIONALITÀ

Offrono un servizio di assistenza e sussidiarietà a cittadini e immigrati. Per la Cisl, sono uno strumento indispensabile al tessuto democratico. “Ma sono anni che aspettiamo una regolamentazione che privilegi la qualità delle prestazioni e dia garanzie sulla tutela dei bisogni”

“Milioni di persone si rivolgono ai patronati dei sindacati per essere aiutate”. Il servizio è di grande qualità e “viene offerto a tutti i cittadini italiani e agli immigrati. Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, intervenuta oggi a Roma alla presentazione del bilancio sociale dell’Inas Cisl.

continua a leggere

SENZA LAVORO NON C’È DIGNITÀ. MA LA PRECARIETÀ È UNA FERITA

Sono parole di papa Francesco, nel videomessaggio in occasione della Settimana sociale. Un appello accorato, che la Cisl si augura “sia raccolto dalle istituzioni e da quanti operano per il bene comune”. Ecco il testo integrale dell’esortazione del pontefice

“Speriamo che l’ennesimo appello di papa Francesco per una maggiore attenzione al tema del lavoro e dei disoccupati sia raccolto dalle istituzioni e da quanti operano per il bene comune”. Poi, ha pienamente ragione il papa: “gli appalti con il massimo ribasso sono una vergogna perché si scaricano molto spesso sulla pelle dei lavoratori, in termini di scarsa sicurezza, bassi salari, mancata contribuzione, sfruttamento e negazione dei diritti fondamentali”.

continua a leggere

A CONFRONTO CON I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE

Lavoro, sviluppo, povertà, legalità. Sono i temi al centro del documento programmatico sul quale Cgil Cisl e Uil hanno chiesto “impegni precisi” per una inversione di rotta, ai competitors in corsa per Palazzo d’Orleans. Da lunedì gli incontri. Già fissati quelli con Fava, Micari, Musumeci, La Rosa

Lavoro e sviluppo, occupazione giovanile, infrastrutture, iniziative contro le disuguaglianze sociali e contro la povertà, legalità, risanamento dei conti, riforme: sono i temi su cui Cgil, Cisl e Uil siciliane hanno chiesto il confronto a tutti i candidati alla presidenza della Regione.

continua a leggere

#CITTADINANZADAY VENERDÌ 13, PER L’OK ALLO IUS SOLI

Sarà il giorno della mobilitazione affinché il parlamento vari la riforma che è “legge di civiltà, che va nel senso dell’inclusione e della coesione sociale”. Appuntamento in piazza Montecitorio a Roma, che sarà teatro di laboratori, flash mob, cori, palloncini tricolore. Sono 815 mila i minori stranieri che vivono in Italia e frequentano le nostre scuole

Sarà la piazza italiana della cittadinanza. Per un giorno almeno. È piazza Montecitorio a Roma dove, venerdì prossimo 13 ottobre a partire dalle 16, associazioni, sindacati, insegnanti, genitori, semplici cittadini, manifesteranno per chiedere l’approvazione in parlamento entro questa legislatura del progetto di legge che introduce lo Ius soli temperato e lo Ius culturae.

continua a leggere

POLITICHE DI GENERE, BISOGNI SOCIALI, NUOVE FRAGILITÀ

Sono i temi al centro del Coordinamento donne della Cisl Sicilia, riunitosi a Catania per rilanciare, dopo la fase congressuale vissuta nei mesi scorsi dal sindacato, la centralità femminile nella società. A partire dai temi della contrattazione e della conciliazione vita-lavoro. L’analisi di Rosanna Laplaca, segretaria regionale Cisl Sicilia

La cultura del rispetto e della dignità della persona rappresentano per la Cisl una battaglia di civiltà per riaffermare la centralità e la dignità della persona nella società, processo che deve vedere un impegno straordinario dei Governi nazionale e regionale nell’attuazione di misure di rilancio dell’occupazione delle donne e dei giovani per lo sviluppo della Sicilia.

continua a leggere