CGIL CISL UIL, ECCO IL CALENDARIO DEGLI SCIOPERI E MANIFESTAZIONI

Parte la nuova fase di mobilitazione unitaria per cambiare la politica economica del governo nazionale. Una serrata tabella di marcia che si apre il Primo maggio a Bologna nel segno de «La nostra Europa»

Gli Esecutivi nazionali unitari di Cgil Cisl Uil, svoltisi oggi a Roma, hanno ratificato il fitto calendario di manifestazioni unitarie e scioperi categoriali in programma nelle prossime settimane. In particolare, il primo appuntamento sarà la manifestazione nazionale del Primo Maggio a Bologna, il cui slogan sarà «La nostra Europa: lavoro, diritti, stato sociale»; il 6 e 7 maggio è in programma a Matera una iniziativa unitaria su lavoro e cultura; il 17 maggio si svolgerà lo sciopero generale dei lavoratori della scuola e il primo giugno è in programma la manifestazione unitaria dei pensionati.

continua a leggere

NASCE DOMANI ZOOM SICILIA, PERIODICO CISL-DISTE DI ANALISI E OUTLOOK

Nell’aula consiliare del Comune di Palermo la presentazione del primo numero, La marcia del gambero. Saranno illustrati dati sulle fondamentali variabili macroeconomiche nella regione e nelle province. E anche aspetti ignorati dell’economia siciliana. Presenti vertici regionali e nazionali Cisl, rappresentanti istituzionali ed economisti di Palermo e Catania

Nel 2006 in Sicilia il Pil per abitante, la quota pro capite della ricchezza prodotta nella regione, «era più basso del 33% della media nazionale. Oggi rasentiamo il 40%». E con le dinamiche dell’ultimo quadriennio «occorrerebbero come minimo altri vent’anni per tornare al punto di partenza».

continua a leggere

NASCE ZOOM SICILIA, REPORT CISL-DISTE DI ANALISI E OUTLOOK

Martedì 2 nell’aula consiliare del Comune di Palermo la presentazione del primo numero, La marcia del gambero. Saranno illustrati dati sulle fondamentali variabili macroeconomiche nella regione e nelle province. E anche aspetti ignorati dell’economia siciliana. Presenti vertici regionali e nazionali Cisl, rappresentanti istituzionali ed economisti di Palermo e Catania

In Sicilia la crisi, tra il 2008 e il 2014, ha bruciato 160 mila posti di lavoro. E quest’esercito di espulsi dal mercato, «solo per un quarto» è stato riassorbito nel quadriennio successivo. È un passaggio di Zoom Sicilia, il report Cisl-Diste di analisi congiunturale, approfondimento e outlook, che esamina l’economia siciliana alla luce delle fondamentali variabili macroeconomiche: Pil, occupazione, investimenti, consumi, export.

continua a leggere

AGROALIMENTARE, MANCA ELETTO SEGRETARIO DELLA FAI CISL SICILIA

Il nuovo numero uno è stato votato dal congresso straordinario della federazione che nell’Isola associa 32 mila lavoratori, presenti il segretario della Cisl regionale Cappuccio e il leader nazionale della categoria, Rota. Per Manca, in Sicilia va aperta una stagione di riforme su forestali, consorzi di bonifica, pesca e Esa. E sul dissesto idrogeologico: «Con 10 milioni investiti in prevenzione se ne risparmierebbero 100 che si è poi costretti a spendere»

Pierluigi Manca, romano di padre sardo ma siciliano di adozione, è il nuovo segretario generale della Fai Cisl Sicilia, la federazione cislina dei lavoratori agricoli, dell’agroalimentare e dell’ambiente. È stato eletto nel pomeriggio dal congresso straordinario della categoria che in Sicilia associa 32 mila lavoratori e che Manca ha retto dal 2017 quale commissario.

continua a leggere

LAVORO: IL GOVERNO CAMBI PASSO NELLA POLITICA ECONOMICA

Il segretario aggiunto Cisl, Sbarra: servono interventi capaci di contrastare il rallentamento dell’occupazione e di aggredirne i punti di sofferenza. L’Esecutivo dia “priorità a un piano più vasto di inserimento lavorativo dei giovani, di politiche attive e di investimenti, unica vera condizione per rilanciare nei fatti l’occupazione”

“I dati Istat di oggi che completano il quadro sul mercato del lavoro italiano nel 2018 svelano due tendenze a nostro avviso molto preoccupanti, il calo degli occupati nell’ultima parte dell’anno dopo diversi trimestri di crescita e il fatto che le politiche sul lavoro non intaccano il grave fenomeno della disoccupazione giovanile e meridionale”.

continua a leggere

SCUOLA, DOMATTINA SIT-IN PER L’AMPLIAMENTO DEGLI ORGANICI IN SICILIA

Si terrà a Palermo davanti all’Ufficio scolastico regionale, nell’ambito della mobilitazione nazionale #ioLavoroaScuola. Obiettivo: aumentare corsi e tempo scolastico, consolidare i posti di lavoro

Ampliare gli organici per migliorare la qualità della scuola in Sicilia. È l’obiettivo del sit-in organizzato da Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola della Sicilia, nell’ambito della mobilitazione nazionale unitaria #ioLavoroaScuola. Il presidio, è in programma per domani 12 marzo presso la sede dell’Ufficio scolastico regionale, in via Fattori 60 a Palermo, dalle 10 alle 13.

continua a leggere

8 MARZO, IL NOSTRO MODO DI DIRE «AUGURI» A OGNI DONNA

Femminicidi, gender gap, ostacoli economici, sociali e culturali. Sono tante le ragioni per cui la Giornata internazionale della donna, più che giorno di festa, è occasione di mobilitazione, denuncia. Riflessione. Tanto più in Sicilia che registra il primato negativo in Europa per occupazione femminile. La Cisl: alle donne un anno di contribuzione in più per ogni figlio

Femminicidi, maltrattamenti, violenza, ricatti sessuali. E il gender gap e l’infinità di ostacoli economici, sociali e culturali che impediscono che il quotidiano sia l’ambito naturale della reale parità tra gli uomini e le donne. Sono tante le ragioni per cui l’8 marzo, Giornata internazionale della donna, più che giorno di festa, per la Cisl sia momento di mobilitazione, denuncia.

continua a leggere

REGIONI, L’AUTONOMIA NON PUÒ ESSERE UN BOOMERANG PER TUTTI

In Sicilia non ha funzionato. Ma il punto non è il diritto all’autogoverno delle comunità. Semmai, è che la differenziazione tra Regioni non può ipotecare il sistema dei diritti. Né innescare un rischio-disintegrazione per il tessuto unitario del Paese. L’appello della Cisl Sicilia al governo regionale e all’Ars nel giorno del dibattito sul tema a Palazzo dei Normanni

«L’autonomia è una gran bella cosa, se funziona. In Sicilia purtroppo non ha funzionato. Ma è una gran bella cosa se inserita, concretamente oltre che in termini formali, in un contesto di unità, solidarietà e coesione nazionale. Sennò rischia di essere un boomerang per tutti».

continua a leggere

SABATO 9 IN PIAZZA A ROMA PER CAMBIARE LE SCELTE DEL GOVERNO

Da piazza della Repubblica a piazza San Giovanni, dove si terranno i comizi di chiusura. Così la manifestazione nazionale di Cgil Cisl e Uil sull’hashtag #FuturoalLavoro. Obiettivo: «portare l’Esecutivo a mutare linea su infrastrutture, opere pubbliche, rivalutazione delle pensioni, fisco, pubblica amministrazione, federalismo, politiche per lo sviluppo». Oltre mille nella Capitale, dalle sedi siciliane Cisl

Partirà da piazza della Repubblica a Roma, sabato 9 febbraio alle 9, il corteo che Cgil Cisl e Uil organizzano sull’hashtag #FuturoalLavoro, per «cambiare la linea del Governo sui temi delle infrastrutture, delle opere pubbliche, della rivalutazione delle pensioni, del fisco, della pubblica amministrazione, del federalismo, delle politiche per lo sviluppo».

continua a leggere

FURLAN, IL 9 FEBBRAIO IN PIAZZA PER SCUOTERE IL GOVERNO

Così la leader nazionale Cisl a proposito della giornata di mobilitazione nazionale indetta dai confederali. Obiettivo di Cgil Cisl Uil è “cambiare la linea dell’esecutivo sui temi importanti delle infrastrutture, delle opere pubbliche, della rivalutazione delle pensioni, del fisco, dei contratti del pubblico impiego, delle politiche per lo sviluppo”

“Abbiamo il dovere di ascoltare il grido di sofferenza del nostro mondo. Lavoratori e pensionati ci hanno chiesto di chiarire al governo la nostra posizione. E di farlo con la massima forza e determinazione”. È quanto sottolinea la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla giornata di mobilitazione indetta da Cgil Cisl Uil per il 9 febbraio.

continua a leggere