QUALITÀ DELLA VITA, CISL PA-TP: COLMARE IL GAP INFRASTRUTTURALE

Per il sindacato, il rilancio del territorio trapanese passa, in particolare, per il rilancio dei collegamenti, in città, fra il capoluogo e le mete turistiche. Fra gli aeroporti di Birgi e Punta Raisi. E dal potenziamento del porto, della rete ferroviaria, dell’edilizia e del settore industriale

“Non ci sorprende vedere le nostre città agli ultimi posti della classifica di Italia Oggi sulla qualità della vita. Trapani, che si aggiudica la maglia nera, soffre da sempre di un fortissimo gap infrastrutturale su cui non si è mai intervenuto e che, se affrontato, non solo garantirebbe servizi adeguati ai cittadini, ma contribuirebbe pure al rilancio del lavoro in città e di tutto il territorio”.

continua a leggere

IUS SOLI-IUS CULTURAE, CISL IN PIAZZA A PALERMO

Il sit-in lunedì 20 alle 17, nella Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, perché nessun bambino si senta straniero nella propria città

“Nel giorno in cui si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per ribadire in modo netto e inequivocabile che uguali diritti riguardano tutti, risulta fondamentale scendere in piazza per sottolineare l’importanza dello Ius Soli e chiedere dunque di sostenere la legge: una battaglia che continueremo a portare avanti, soprattutto nei nostri territori, dove sono tanti i bambini che hanno diritto a non sentirsi ‘stranieri’ nella propria città”.

continua a leggere

CISL, UNDER 40 DANNO VITA AL GRUPPO GIOVANI PA-TP

Obiettivo: mettere in moto ambasciatori del mondo giovanile nel sindacato; dare centralità, nelle politiche Cisl, ai bisogni e alle attese della popolazione giovanile

Lavoro, politiche europee, politiche sociali, servizi, diritto allo studio, alla mobilità e tanto altro. Sono alcuni dei temi che saranno al centro delle iniziative che saranno messe in campo dal Gruppo giovani della Cisl Palermo Trapani, che si riunirà per la prima volta venerdì 10 novembre alle 10, nella sede del sindacato in via Villa Heloise 10, a Palermo.

continua a leggere

CANTIERE NAVALE, “BASTA LUNGAGGINI CHE IPOTECANO IL FUTURO”

Così la Cisl sulla vicenda, da tempo bloccata, del bacino di carenaggio da 90 mila tonnellate per la storica fabbrica del porto di Palermo. Al nuovo governo regionale, annuncia il sindacato, chiederemo un incontro e un impegno immediati

Da più di cinque anni si parla del progetto del bacino di carenaggio per il Cantiere navale di Palermo, come una chance irrinunciabile per il rilancio di una delle più importanti realtà economiche del territorio. Siamo stanchi di apprendere di altri ostacoli e che le risorse del Por restano ancora bloccate impedendo l’avvio del progetto esecutivo.

continua a leggere

BIRGI: “RILANCIARE LO SCALO, TUTELARE I POSTI DI LAVORO”

A chiederlo i sindacati, che hanno incontrato la dirigenza dell’Airgest per discutere del futuro dell’aerostazione trapanese. Tagliati del 60%, dal 21 settembre, i voli Ryanair. Un’ipoteca sul territorio oltre che sui 76 dipendenti e i 75 interinali

“Dal rilancio dell’aeroporto di Trapani Birgi dipende il futuro del territorio trapanese, oltre a quello dei 76 lavoratori a tempo indeterminato e dei 75 interinali a tempo determinato dello scalo. Per questo abbiamo chiesto ad Airgest un impegno per tutelare i posti di lavoro e sollecitare i Comuni a sottoscrivere l’accordo di co-marketing con Ryanair.

continua a leggere

INCENDI, PREVENIRE I DANNI FACENDO A MAGGIO I VIALI PARAFUOCO

Per Cisl e Fai palermitane, a mancare sono stati l’attività di prevenzione e l’organizzazione delle campagne contro i roghi. Così ci si è ritrovati in piena emergenza, persino con mezzi privi di gasolio e senza revisione e assicurazione

“Non si può continuare a parlare solo di inefficienza di servizi antincendio, ciò che è mancata e continua a mancare ogni anno, è la corretta programmazione che è necessaria per preparare uomini e mezzi a questi gravi momenti di crisi quando gli incendi, come ogni anno, soffocano tutto il territorio palermitano e trapanese”.

continua a leggere

TRAPANI, CISL A MESSINEO: “CONFRONTO PER RILANCIARE LA CITTÀ”

Le congratulazioni del sindacato al neocommissario della città, Messineo, al quale la Cisl chiede d’essere ascoltata sui temi del sociale e su porto, aeroporto, infrastrutture e reti di depurazione

“Auguriamo buon lavoro al commissario di Trapani, Francesco Messineo, siamo pronti a instaurare una collaborazione attiva che sia tutta indirizzata verso un confronto continuo e proficuo per il rilancio della città, che non può più attendere”. Ad affermarlo, intervenendo sulla nomina del commissario di Trapani Francesco Messineo da parte della Regione, è Mimmo Milazzo, reggente della Cisl Palermo Trapani.

continua a leggere

TRAPANI, CGIL CISL UIL: EVITARE IL COMMISSARIAMENTO

L’appello dei confederali ai trapanesi, perché partecipino al ballottaggio di domenica 25. Se il Comune fosse commissariato si aprirebbe una paralisi dell’amministrazione, di un anno durante il quale sarebbero svolte solo funzioni ordinarie

“Recarsi alle urne vuol dire esercitare un diritto democratico, ma in un contesto così complesso e delicato è chiedere ai cittadini trapanesi di non abdicare al diritto di essere amministrati facendo in modo che allo sviluppo economico del territorio, già martoriato dalla crisi, non si frapponga un ulteriore ostacolo”.

continua a leggere

PALERMO, PROTESTANO I LAVORATORI DELL’ANELLO FERROVIARIO

Lo stato d’agitazione, proclamato da Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil contro lo stallo della vicenda Tecnis. E per i ritardi nell’erogazione dei salari. Per i sindacati è “inaccettabile che le maestranze attendano tanti stipendi inclusi quelli di gennaio e febbraio 2016”

I lavoratori dell’anello ferroviario di Palermo sono da oggi in stato di agitazione per manifestare contro lo stallo della vicenda Tecnis. Lo rendono noto Ignazio Baudo (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil), che spiegano i motivi della protesta: “Le maestranze hanno mostrato grande senso di responsabilità continuando a lavorare nonostante avanzino diversi stipendi, inclusi quelli di gennaio e febbraio 2016”.

continua a leggere