REGIONE: “DISATTESI GLI IMPEGNI DEL PROTOCOLLO SUL WELFARE”

A puntare l’indice contro l’assessore della Famiglia e delle politiche sociali, Ippolito, Cgil Cisl Uil e le rispettive sigle regionali dei pensionati. In una lettera alla titolare dell’assessorato, i sindacati esprimono “delusione e contrarietà” per il silenzio e l’assenza di confronto. E per aver disatteso gli impegni assunti con le organizzazioni dei lavoratori e l’Anci

“Cgil Cisl Uil Sicilia e le rispettive sigle regionali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, esprimono delusione e contrarietà per il silenzio e l’assenza di confronto manifestati dall’assessore Mariella Ippolito”. È quanto si legge in una lettera che le organizzazioni sindacali hanno trasmesso alla titolare dell’assessorato della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro della giunta Musumeci.

continua a leggere

COMUNI, MANNAIA DEL DISSESTO SULLA TESTA DI 1,4 MLN DI PERSONE

È in sofferenza finanziaria, in Sicilia, il 20% dei 390 municipi. Situazione esplosiva, che investe cittadini e lavoratori degli enti, che vedono tagliate le piante organiche e persino le retribuzioni accessorie. Il tema dei trasferimenti ai Comuni, calati quasi dell’80%. E il nodo del fondo regionale per gli enti locali passato, nel giro di poche Finanziarie, da 900 a 240 mln. La Cisl: serve una cabina interassessoriale di regia per l’analisi preventiva in sede tecnica dei bilanci degli enti locali: “una strategia preventiva del dissesto che cancelli l’ombra del default”

Un milione e quattrocentomila persone in Sicilia vive con lo spettro di una mannaia che s’allunga sulla testa. A causa del blocco di una serie di servizi tipicamente erogati dai Comuni, dagli asili nido all’assistenza a disabili e anziani. E per il rischio di perdere il posto di lavoro, passando per il tunnel della mobilità.

continua a leggere

COMUNI IN DISSESTO: COME USCIRNE E COME PREVENIRE LA PATOLOGIA?

Se ne parlerà domattina nell’NH Hotel di Palermo durante il meeting organizzato dalla Cisl Sicilia, che prenderà le mosse dal recentissimo volume edito dal Centro studi enti locali di San Miniato (Pisa). Presenti gli autori, ad aprire i lavori sarà Milazzo, segretario Cisl nell’Isola. A concluderli Ganga, segretario confederale nazionale Cisl

Sono con l’acqua alla gola i 390 Comuni siciliani: 28 in dissesto finanziario, 35 in predissesto. E ben il 20% del totale dei municipi, in situazione di grave sofferenza finanziaria. Come uscirne? E come prevenire questa patologia dell’assetto finanziario degli enti locali?

continua a leggere

INFANZIA SMARRITA TRA POVERTÀ EDUCATIVA E SCUOLE COLABRODO

Il 23,5% dei minori, in Sicilia, abbandona gli studi anzitempo. Il 72% non legge libri. Il tempo pieno non si sa bene cosa sia. I bimbi di famiglie povere hanno difficoltà di apprendimento anche cinque volte maggiori dei coetanei benestanti. Giornata di lavori Cisl con l’occasione dell’anniversario della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo. Milazzo: al governo regionale chiediamo un gruppo di lavoro Regione-Anci-sindacati, interventi a sostegno dell’edilizia scolastica. E il via al ddl sul diritto allo studio

Ben l’81% degli alunni, in Sicilia, non fruisce di mensa a scuola. Molto più del dato nazionale. In Italia è più o meno la metà della popolazione scolastica. Nell’Isola, quasi il 92% dei ragazzi che frequentano un istituto primario non sa cosa sia il tempo pieno (il 66% in Italia).

continua a leggere

MANOVRA, CONTE APRA IL CONFRONTO E CORREGGA IL DDL DI BILANCIO

Per la leader Cisl Furlan, l’esecutivo non può continuare a fare orecchie da mercante ora che è partita anche la procedura di infrazione Ue. Serve il dialogo con le istituzioni europee e col sindacato per salvare il paese da una crisi finanziaria che avrebbe ripercussioni terribili per milioni di italiani

“È un fatto molto grave e preoccupante. Il Governo Conte non può continuare a far orecchie da mercante dopo che la Ue ha rigettato oggi definitivamente il documento programmatico di bilancio del Governo per il 2019, in considerazione della violazione particolarmente significativa delle regole di bilancio”.

continua a leggere

GOVERNO SI CONFRONTI SU INFANZIA E CONDIZIONI DI VITA DEI MINORI

A chiederlo Cgil Cisl Uil nell’anniversario della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo. Oggi in Italia chi ha meno di 17 anni ha cinque volte più probabilità di diventare povero, dei propri nonni. E solo 1-2 bambini su 10 tra zero e 3 anni, può avvalersi di servizi educativi. E il paese ha anche il primato in Europa degli abbandoni scolastici alla licenza media. I sindacati: “Non basta la politica dei bonus una tantum”

Il 20 novembre è l’anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (Uncrc), approvata nel 1989. La Convenzione, per la prima volta, mette al centro i minori non come soggetti passivi da assistere ma come persone che devono partecipare attivamente alle decisioni da prendere; inoltre sancisce i loro diritti fondamentali, tra questi, il Superiore Interesse (art.3): “in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino-adolescente deve avere la priorità”.

continua a leggere

SEI PROPOSTE CISL PER RILANCIARE LA REGIONE

Dalla spesa pubblica alla semplificazione burocratica e amministrativa alle Zes agli appalti al ponte sullo Stretto. All’insularità. Ecco il pacchetto delle proposte sindacali al governo Musumeci. Il via agli Sportelli territoriali del lavoro. E il forum sulle infrastrutture. Così Busetta, gli assessori Armao e Falcone, Albanese (Sicindustria). E i leader Cisl regionale e nazionale, Milazzo e Sbarra

Un nucleo di monitoraggio, coordinamento e controllo che acceleri la spesa, presso la presidenza della Regione. Un’agenzia regionale per la progettazione esecutiva, che colmi il gap che grava sugli uffici tecnici di enti locali e Regione. Un ddl di semplificazione burocratica e amministrativa.

continua a leggere

INFRASTRUTTURE, OCCUPAZIONE, INSULARITÀ: COSÌ LA «CONFERENZA» CISL

Si terrà domani nel Mondello Palace Hotel la Conferenza regionale del sindacato: una giornata di lavori a valle di un mese di assemblee e dibattiti. Al centro i grandi temi: dalla rete dei collegamenti al lavoro all’insularità ai “servizi in rete”. E alle 15 a confronto: Busetta, gli assessori Armao e Falcone, Albanese (Sicindustria). E i leader Cisl regionale e nazionale, Milazzo e Sbarra

“207esima in Europa”. È la posizione della Sicilia nella graduatoria europea delle infrastrutture. In un contesto in cui la decisione del Parlamento Ue del febbraio 2016, che ha riconosciuto la particolare condizione di “insularità” della regione, è finita nel dimenticatoio. Ma la Sicilia è anche la terra in cui a trovare lavoro, tra i giovani di 25-34 anni, sono meno del 40%.

continua a leggere

TRASPORTI-AMBIENTE: GIORDANO ELETTO SEGRETARIO FIT CISL SICILIA

Il nuovo numero uno regionale succede a Benigno. La decisione, del consiglio generale che ha anche votato i componenti della segreteria. Giordano: “Avvieremo il dialogo con istituzioni e imprese per rilanciare le infrastrutture. Ma al più presto serve pure il piano dei rifiuti”. Il leader siciliano Cisl Milazzo: istituire un centro di progettazione unico degli enti locali, che sblocchi le opere

Le infrastrutture e i trasporti sono fra gli assi centrali dello sviluppo di una regione e in Sicilia possono esserlo ancora di più, dato che l’Isola paga il prezzo di anni di disattenzione della politica su questo fronte, di disservizi e tempi troppo lunghi per i progetti.

continua a leggere

MALTEMPO, I SINDACATI: CORDOGLIO MA ANCHE APPELLO ALLA REGIONE

Cgil Cisl e Uil siciliane: il mondo del lavoro si stringe alle famiglie delle vittime ma “al presidente Musumeci chiediamo di aprire immediatamente il confronto sui temi delle infrastrutture, della viabilità primaria e secondaria e del dissesto idrogeologico. Servono linee di indirizzo e azione”

Tristezza, dolore, cordoglio alle famiglie dei dodici morti in Sicilia a causa del maltempo. Ma anche “la proposta al governo della Regione di aprire immediatamente il confronto sui temi delle infrastrutture, della viabilità primaria e secondaria e del dissesto idrogeologico”. A dirlo, Cgil Cisl e Uil siciliane che in una nota firmata dai segretari generali Michele Pagliaro, Mimmo Milazzo e Claudio Barone, rimarcano che “la tragedia che si è abbattuta sull’Isola, interroga tutti”.

continua a leggere