SIRACUSA, FURLAN: “SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI SENZA STIPENDIO”

Con un tweet la leader nazionale Cisl ha manifestato la vicinanza del sindacato ai 600 dipendenti della ex Provincia aretusea che da cinque mesi non ricevono gli emolumenti. E il segretario della Cisl Sicilia Milazzo: la riforma-non riforma della Province è uno degli emblemi più tipici dell’inconsistenza politica e programmatica di Governo della Regione e Ars

“Solidarietà della Cisl ai lavoratori della ex Provincia di Siracusa da cinque mesi senza stipendio in un silenzio inaccettabile della Regione Sicilia e della politica. Un dramma sociale”. È quanto scrive su Twitter la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla vicenda dei dipendenti pubblici della ex Provincia di Siracusa. La leader della Cisl ha postato anche la foto di due lavoratori esasperati saliti oggi su una gru in segno di protesta contro la decisione della Regione di sopprimere l’ente pubblico senza le dovute garanzie occupazionali per i circa 600 dipendenti della ex Provincia.
Parole di vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie anche dal segretario della Cisl Sicilia Mimmo Milazzo per il quale la vicenda delle Province, la riforma-non riforma di queste istituzioni, è uno degli emblemi più tipici dell’inconsistenza politica e programmatica che in questi anni hanno mostrato il Governo della Regione e la maggioranza che lo ha sostenuto all’Ars.