IUS SOLI-IUS CULTURAE, CISL IN PIAZZA A PALERMO

Il sit-in lunedì 20 alle 17, nella Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, perché nessun bambino si senta straniero nella propria città

“Nel giorno in cui si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per ribadire in modo netto e inequivocabile che uguali diritti riguardano tutti, risulta fondamentale scendere in piazza per sottolineare l’importanza dello Ius Soli e chiedere dunque di sostenere la legge: una battaglia che continueremo a portare avanti, soprattutto nei nostri territori, dove sono tanti i bambini che hanno diritto a non sentirsi ‘stranieri’ nella propria città”.

continua a leggere

CISL, UNDER 40 DANNO VITA AL GRUPPO GIOVANI PA-TP

Obiettivo: mettere in moto ambasciatori del mondo giovanile nel sindacato; dare centralità, nelle politiche Cisl, ai bisogni e alle attese della popolazione giovanile

Lavoro, politiche europee, politiche sociali, servizi, diritto allo studio, alla mobilità e tanto altro. Sono alcuni dei temi che saranno al centro delle iniziative che saranno messe in campo dal Gruppo giovani della Cisl Palermo Trapani, che si riunirà per la prima volta venerdì 10 novembre alle 10, nella sede del sindacato in via Villa Heloise 10, a Palermo.

continua a leggere

CANTIERE NAVALE, “BASTA LUNGAGGINI CHE IPOTECANO IL FUTURO”

Così la Cisl sulla vicenda, da tempo bloccata, del bacino di carenaggio da 90 mila tonnellate per la storica fabbrica del porto di Palermo. Al nuovo governo regionale, annuncia il sindacato, chiederemo un incontro e un impegno immediati

Da più di cinque anni si parla del progetto del bacino di carenaggio per il Cantiere navale di Palermo, come una chance irrinunciabile per il rilancio di una delle più importanti realtà economiche del territorio. Siamo stanchi di apprendere di altri ostacoli e che le risorse del Por restano ancora bloccate impedendo l’avvio del progetto esecutivo.

continua a leggere

BIRGI: “RILANCIARE LO SCALO, TUTELARE I POSTI DI LAVORO”

A chiederlo i sindacati, che hanno incontrato la dirigenza dell’Airgest per discutere del futuro dell’aerostazione trapanese. Tagliati del 60%, dal 21 settembre, i voli Ryanair. Un’ipoteca sul territorio oltre che sui 76 dipendenti e i 75 interinali

“Dal rilancio dell’aeroporto di Trapani Birgi dipende il futuro del territorio trapanese, oltre a quello dei 76 lavoratori a tempo indeterminato e dei 75 interinali a tempo determinato dello scalo. Per questo abbiamo chiesto ad Airgest un impegno per tutelare i posti di lavoro e sollecitare i Comuni a sottoscrivere l’accordo di co-marketing con Ryanair.

continua a leggere

SIRACUSA, L’AGENDA DEL CANDIDATO PER UN PATTO CITTADINI-ELETTI

Le segreterie provinciali di Cgil Cisl e Uil lanciano un appello a tutti coloro i quali saranno impegnati nella competizione elettorale del 5 novembre. E segnalano gli otto punti programmatici che, “con unità d’intenti”, la politica dovrà mettere all’ordine del giorno, per rilanciare il territorio

“Valorizzare le cose che uniscono e lavorare con rispetto e chiarezza su quelle che dividono, per realizzare azioni comuni. Non è più il tempo delle divisioni. Chi si impegna lo faccia con coerenza, lealtà e rispetto per la Sicilia e il territorio che dovrà rappresentare.

continua a leggere

RAGUSA-SIRACUSA AL GIRO DI BOA CON TRE MACROVERTENZE

Riguardano la ex Provincia, i lavori sulla Rosolini-Modica, il sequestro preventivo di impianti nella zona industriale. Sanzaro: vicende dirimenti sul piano del lavoro. E per il leader della Cisl Sicilia Milazzo: “Dall’edilizia scolastica alla viabilità secondaria, c’è un mondo abbandonato al proprio destino”

Il primo esecutivo territoriale dopo il congresso nazionale, l’occasione buona per un consuntivo di questa prima metà dell’anno e, soprattutto, per individuare i temi maggiormente critici da affrontare nonostante l’estate. Paolo Sanzaro, segretario generale della Ust Ragusa Siracusa, insieme ai segretari territoriali Antonio Bruno e Cettina Raniolo oltre al responsabile dipartimento organizzativo Antonio Palermo, ha indicato le tre macrovertenze attuali: i lavoratori della ex Provincia regionale di Siracusa, il rischio blocco lavori sulla Rosolini-Modica, il sequestro preventivo di alcuni impianti (Esso, Isab Nord e Isab Sud) della zona industriale siracusana.

continua a leggere

CALTANISSETTA SENZ’ACQUA, LINEA COMUNE SINDACATI-SINDACI

La nota di Cgil Cisl Uil nissene, che assieme alle municipalità puntano a ottenere risposte concrete. Nella maggioranza dei Comuni della provincia “l’acqua non è né potabile né bevibile, ogni nucleo familiare spende in media oltre 500 euro l’anno oltre la bolletta salata e si compra l’acqua anche per cucinare”

La nota di Cgil Cisl Uil nissene, che assieme alle municipalità puntano a ottenere risposte concrete. Nella maggioranza dei Comuni della provincia “l’acqua non è né potabile né bevibile, ogni nucleo familiare spende in media oltre 500 euro l’anno oltre la bolletta salata e si compra l’acqua anche per cucinare”

Cgil Cisl Uil esprimono soddisfazione per la partecipazione di tanti sindaci in rappresentanza della maggioranza della popolazione dei cittadini dei 22 Comuni.

continua a leggere

SIRACUSA, FURLAN: “SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI SENZA STIPENDIO”

Con un tweet la leader nazionale Cisl ha manifestato la vicinanza del sindacato ai 600 dipendenti della ex Provincia aretusea che da cinque mesi non ricevono gli emolumenti. E il segretario della Cisl Sicilia Milazzo: la riforma-non riforma della Province è uno degli emblemi più tipici dell’inconsistenza politica e programmatica di Governo della Regione e Ars

“Solidarietà della Cisl ai lavoratori della ex Provincia di Siracusa da cinque mesi senza stipendio in un silenzio inaccettabile della Regione Sicilia e della politica. Un dramma sociale”. È quanto scrive su Twitter la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla vicenda dei dipendenti pubblici della ex Provincia di Siracusa.

continua a leggere

APRITE LE PORTE, LA DIVERSITÀ NON PUÒ ESSERE UN OSTACOLO

È il messaggio a Palermo, nel giorno del Festino, dell’arcivescovo don Lorefice. Il presule ha invitato nel palazzo i rappresentanti delle diverse fedi, ha lanciato un appello ad accogliere “i tanti fratelli che giungono dal Sud del mondo”. E sostenuto che un’Europa inerte di fronte al dramma dell’immigrazione, ha smarrito il senso della propria ragione

“La casa dei cristiani deve essere la casa di tutti. Voi siete padroni di casa e ospiti con me”. Si è rivolto così don Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, nel giorno del 392esimo Festino della città, ai rappresentanti delle diverse fedi religiose invitate nel palazzo arcivescovile: ebrei, musulmani, luterani, valdesi metodisti, ortodossi di vario orientamento.

continua a leggere

INCENDI, PREVENIRE I DANNI FACENDO A MAGGIO I VIALI PARAFUOCO

Per Cisl e Fai palermitane, a mancare sono stati l’attività di prevenzione e l’organizzazione delle campagne contro i roghi. Così ci si è ritrovati in piena emergenza, persino con mezzi privi di gasolio e senza revisione e assicurazione

“Non si può continuare a parlare solo di inefficienza di servizi antincendio, ciò che è mancata e continua a mancare ogni anno, è la corretta programmazione che è necessaria per preparare uomini e mezzi a questi gravi momenti di crisi quando gli incendi, come ogni anno, soffocano tutto il territorio palermitano e trapanese”.

continua a leggere