RISCOSSIONE SICILIA, SINDACATI: “SVOLTA O È MOBILITAZIONE”

Fabi, Fisac Cgil, First Cisl, Uilca, Ugl credito e Unisin, congiuntamente, indicano come “obiettivo strategico” l’applicazione della legge che prevede il passaggio delle funzioni e del personale della spa siciliana all’Agenzie delle Entrate. E sollecitano una governance per l’istituto. Ma sarà protesta, precisano, “se la situazione non si sblocca”

I sindacati dei lavoratori del credito scendono in campo unitariamente per chiedere “una svolta nella situazione di Riscossione Sicilia” e annunciano “la decisione di andare alla mobilitazione se la situazione non si sblocca”. In una nota unitaria delle segreterie regionali e di categoria di Fabi, Fisac Cgil, First Cisl, Uilca, Ugl credito, Unisin viene rilevato come “obiettivo strategico”, “l’applicazione della legge 16 del 2017 che prevede il passaggio delle funzioni e del personale di Riscossione Sicilia all’ente nazionale Agenzie delle Entrate Riscossione”.

continua a leggere

INFRASTRUTTURE, INSULARITÀ, “SERVIZI IN RETE”

Se ne parlerà durante le Assemblee dei servizi Cisl. Un mese di dibattiti che impegnerà le sedi sindacali di tutta la Sicilia. E che si concluderà il 13 novembre con la Conferenza regionale. Sotto i riflettori, la tutela di lavoratori e cittadini. Le chance cui il sindacato apre. Ma anche i grandi temi dell’accoglienza dei migranti e le questioni dei ritardi di sviluppo, delle infrastrutture, dell’insularità

“Servizi in rete. Per la persona, per il lavoro”. È il tema delle assemblee che fino al 13 novembre, per un intero mese, si svolgeranno nelle sedi Cisl di tutta la Sicilia. Leitmotiv: “migliorare – si legge in una nota – la tutela dei lavoratori, ampliando le chance cui il sindacato apre e rendendo più efficiente la relazione tra cittadini, iscritti e universo sindacale”.

continua a leggere

“CHI CREDE NELL’ACCOGLIENZA FACCIA SENTIRE LA PROPRIA VOCE”

Così Cgil Cisl Uil sul caso Riace, a seguito della circolare del ministero dell’Interno sul trasferimento dei migranti che lì si sono inseriti. Per i sindacati, un tentativo di smantellare quel “modello, che ha rianimato un paese morente e promosso processi di integrazione e serena convivenza”

“La scelta di trasferire i migranti ospiti nello Sprar di Riace presso altre strutture lo riteniamo un grave errore. Attraverso una circolare, il ministero dell’Interno ha disposto il trasferimento di quella che è a tutti gli effetti una comunità e che a questo punto produrrà effetti terribili per gli uomini e le donne che hanno trovato un approdo sicuro in quei luoghi.

continua a leggere

RISCOSSIONE SICILIA, “FINANZIARIA DELLO STATO O SOLUZIONE REGIONALE”

Per la Cisl, tertium non datur. O l’imminente legge finanziaria nazionale dispone il trasferimento all’Agenzia delle entrate, delle competenze e dei 700 dipendenti dell’istituto siciliano. O il pallino passa al governo della Regione. A cui tocca assumere l’iniziativa. Perché finora la società ha fatto fronte all’insufficienza di liquidità, non versando il riscosso all’erario regionale. Ma dietro l’angolo s’allunga lo spettro del default

“O una norma nella Finanziaria dello Stato. O un nuovo progetto siciliano. Tertium non datur”. Così sul tema dei tributi e di Riscossione Sicilia, la Cisl siciliana e la federazione regionale Cisl di settore: First Sicilia e First Riscossione Sicilia. “Il governo regionale – scrive il sindacato – si faccia carico di una soluzione”: faccia sentire forte a Roma la voce dell’Isola perché nella Finanziaria che il Parlamento si accinge a discutere sia inserita una norma che trasferisca all’Agenzia delle entrate, Riscossione, le sue competenze e il suo personale.

continua a leggere

CATANIA, TEATRO STABILE FATISCENTE: SI FERMANO LE ATTIVITÀ

I sindacati: intonaci staccati, stanze allagate, computer inutilizzabili, documenti in rovina, impianto elettrico e di riciclo dell’aria, danneggiati. “Inevitabile lo stop. Serve una sede alternativa che permetta la ripresa in tutta sicurezza”

Le segreterie provinciali di Cgil Cisl Uil e Ugl, con le rispettive federazioni dei lavoratori dello spettacolo Slc-Cgil, Fistel-Cisl,  Uil-Com e Ugl-Spettacolo, denunciano il grave stato in cui versano i locali del Teatro Stabile di Catania, situati in un plesso delle Ciminiere, dopo la pioggia torrenziale dei giorni scorsi: intonaci staccati, stanze allagate, computer inutilizzabili, documenti andati in rovina e l’inevitabile danneggiamento dell’impianto elettrico nonché di riciclo dell’aria, hanno portato al blocco delle attività.

continua a leggere

SENZA LAVORO DA OFFRIRE I CENTRI PER L’IMPIEGO NON SERVONO A NULLA

Così la leader Cisl Furlan al Corriere della Sera: è necessario investire di più. E i consumi fanno fatti ripartire rendendo più pesanti buste paga e pensioni. Ecco l’intervista

“Investire sui centri per l’impiego è molto importante. Ma può rivelarsi inutile se poi non ci sono posti di lavoro da offrire. E questo è il rischio che vogliamo evitare”. La leader della Cisl Annamaria Furlan parla al telefono ieri sera, appena uscita dalla riunione delle segreterie di Cgil, Cisl e Uil.

continua a leggere

CISL SOLIDALE CON CLAUDIO FAVA

Nota del sindacato, di solidarietà con il presidente della commissione Antimafia dell’Ars vittima di una grave intimidazione mafiosa

“La Cisl siciliana è solidale con Claudio Fava, vittima stamani di una grave intimidazione mafiosa. Al presidente della commissione Antimafia dell’Ars, auguriamo – si legge in una nota del sindacato firmata dal segretario generale Mimmo Milazzo – di continuare con serenità l’importante attività istituzionale, nel segno della cultura e della pratica della legalità.

continua a leggere

PALERMO-DÜSSELDORF, PONTE TRA GIOVANI SULL’EUROPA DEL LAVORO

A gettarlo, una delegazione di ventenni iscritti al sindacato tedesco Dgb e gli omologhi Cisl. L’incontro, prima tappa di un tour a Palermo che si concluderà domani, è stato segnato da un omaggio ai morti per mafia. E dall’aria di festa. Esplosa anche quando giovani italiani e tedeschi hanno indossato assieme una t-shirt blu su cui campeggiava l’hashtag #iocisto, #imready. Oggi la visita alla Leonardo spa. Domani i Cantieri culturali della Zisa con il sindaco Orlando

Si è chiuso nel ricordo di “Falcone, Borsellino, padre Puglisi e degli altri morti per mafia”. E nel lancio di un hashtag che accomuna lavoratori e giovani del nord e sud Europa, #imready, l’incontro nella sede regionale della Cisl, a Palermo, tra diciassette giovani poco più che ventenni arrivati da Düsseldorf e i giovani del Coordinamento cislino.

continua a leggere

GOVERNANCE UE DELLE POLITICHE MIGRATORIE E DELL’ACCOGLIENZA

A chiederla la Cisl, nella Giornata della memoria che commemora le vittime del naufragio del 2013 al largo delle coste di Lampedusa. Morirono 368 persone ma più di 1600 migranti hanno perso la vita, nel Mediterraneo, solo nei primi nove mesi di quest’anno. Furlan: combattere la tratta, presidiare i campi libici, aiutare a crescere il continente africano. Puntare sui corridoi umanitari, mettere davvero da parte gli egoismi nazionali

“Cinque anni fa, davanti alle coste di Lampedusa, morirono in un tragico naufragio 368 persone. Stime ci dicono che dal 2014 a oggi sono oltre 17 mila le persone che hanno perso la vita nel Mediterraneo, uomini, donne, bambini”. A dirlo, la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, in una nota in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

continua a leggere

PALERMO-DÜSSELDORF, GEMELLAGGIO ANCHE NEL MONDO DEL LAVORO

A suggellare il simbolico legame tra lavoratori delle due città, l’arrivo a Palermo di una delegazione di giovani tedeschi, di esponenti sindacali della potente Dgb. E dell’Inas Germania. Da domani a sabato incontri con i vertici della Cisl Sicilia. Alla Leonardo spa. E nei Cantieri culturali con il sindaco Orlando

Un ponte tra Palermo e Düsseldorf. Anche sul fronte del lavoro. A gettarlo tra le due città gemellate dal 2015, una delegazione di giovani poco più che ventenni che arriveranno domani a Palermo dalla capitale del Nordreno Westfalia. Tutti lavoratori. E tutti iscritti a una delle nove federazioni sindacali associate nella Dgb, la confederazione che in Germania rappresenta ben sei milioni di lavoratori: dai metalmeccanici dell’Ig Metall ai Ver.di del settore dei servizi all’Igbce, il sindacato dell’industria mineraria e dell’energia.

continua a leggere